Cultura e storia

L'etnomicologia dei funghi
Il viaggio dalla gente delle caverne al microdosaggio milionario della Silicon Valley.
Di Mary Schumacher, per Wholecelium.com

“Il Regno dei funghi è forse uno degli elementi più trascurati nel nostro mondo naturale, considerato il ruolo fondamentale che svolgono nella costruzione e nel mantenimento di un ecosistema sano. Le prime forme di vita a prendere piede sulla terra, hanno costruito e continuano a mantenere i suoli da cui tutta la vita terrestre successiva cresce e dipende da. Il loro significativo valore medicinale e nutrizionale è anche molto sottovalutato dalla maggioranza. ”- Martin Bridge

È vero, la maggior parte delle persone nel mondo non apprezza i funghi come dovrebbero essere apprezzati. Oltre a creare cibi deliziosi con un'ampia varietà di funghi, ci sono alcuni funghi molto speciali che hanno indubbiamente plasmato il mondo in cui viviamo oggi. Funghi psichedelici. Anche molto sottovalutato dalla maggior parte, ma da coloro che assorbono, sono apprezzati al massimo. Questi funghi degli dei sono stati attribuiti a darci spiritualità, comunicazione con altri regni e forse persino il linguaggio stesso.

L'etnomicologia è lo studio dei funghi e di come ci hanno influenzato culturalmente nel corso della storia. Queste pagine hanno lo scopo di darti un'idea generale della cultura dei funghi nel corso dei millenni. I funghi magici precedono la storia scritta, quindi siamo in qualche modo limitati nelle nostre informazioni, anche se una cosa è certa: gli umani hanno avuto una relazione integrale con i funghi per molte migliaia di anni e non stiamo per smettere di esplorare tale relazione in qualunque momento presto.

Poiché i funghi stessi sono tra i primi organismi a svilupparsi sul nostro pianeta, è estremamente probabile che il fungo psichedelico sia stato in giro molto più a lungo dell'umanoide e anche che una volta che gli umanoidi hanno fatto la loro comparsa, abbiano assorbito funghi magici. Erano raccoglitori di cacciatori, dopo tutto. Immagina per un momento quel primo assorbimento che li ha mangiati, ha fatto una nuova connessione nel suo cervello e ha afferrato qualcosa di veramente grande, forse qualcosa di profondo come l'autocoscienza. Qui abbiamo il nostro primo sciamano, che si collega al mondo che li circonda e all'etere che circonda e penetra in tutti noi.

Antichi disegni rupestri, sculture, statue e simili sono stati trovati in tutto il mondo e alcuni risalgono al 9,000 a.C. I funghi avevano un grande significato per queste prime tribù e sembrano essere stati condotti spirituali per gli dei. E anche se i funghi psichedelici furono banditi dalla chiesa nel 1500, alcuni studiosi collegano funghi magici alla Bibbia, sia il Tanakh che il Nuovo Testamento. Si dice che all'ultima cena Gesù non mangiasse pane e vino, ma funghi Amanita muscaria. Si pensa che il famoso Soma del Rig Veda sia stato lo stesso.

Durante il periodo compreso tra 1,000 e 500 a.C., sculture e opere d'arte raffiguranti funghi e cappelli erano molto popolari, specialmente in America centrale e meridionale. Trasportavano connotazioni religiose, ma possiamo solo speculare sul significato reale di queste immagini e sculture mistiche. I cappelli dei funghi con grandi facce e piccoli corpi erano scolpiti in una varietà di forme e i disegni erano decisamente rivolti allo psichedelico.

L'inquisizione spagnola ha devastato le tribù dei funghi, ma ha riportato la loro tradizione e raccontato del teonanacatl dei funghi, uno shroom altamente allucinogeno, che veniva usato nella cerimonia religiosa. Nel XIII secolo, il Codice Vienna Mixtec descrisse l'uso dei funghi da parte degli dei Mixtec, in particolare Il dio dei sette fiori, che veniva quasi sempre rappresentato con due funghi. Il Dio era anche raffigurato con altri sette dei, tutti con i sacri funghi.

Simile a Seven Flowers, gli Aztechi adoravano il principe dei fiori, che era fondamentalmente il santo patrono degli allucinogeni, in particolare i funghi magici. Il sogno fiorito era il modo in cui gli Aztechi si riferivano allo sgambetto e quali sogni fioriti portano i funghi! Brillante! Purtroppo, quando Cortez sconfisse gli Aztechi nel 1521, tutti gli intossicanti al di fuori dell'alcool furono proibiti, in particolare "il meraviglioso fungo".

A causa di questo tipo di atrocità sappiamo molto poco tra la conquista cattolica e il ventesimo secolo, ma sappiamo che in 1939 i funghi sono tornati nella cultura popolare con scoperte su funghi allucinogeni in Messico inviati all'Università di Harvard e che tali scoperte sono state pubblicate da un uomo di nome Schultz.

Successivamente, altri risultati furono pubblicati sulla rivista TIME nel 1957 con il titolo "Seeking the Magic Mushroom", dagli etnomicologi Wasson e Heim. Hanno scritto la storia dopo aver viaggiato in America Centrale per esplorare gli usi e gli effetti di questi funghi magici con sciamano e guru dei funghi, la famosa Maria Sabina. Sabina è stata la prima sciamana messicana contemporanea a consentire agli occidentali di partecipare ai suoi rituali di guarigione. Nel processo di incontro con questa meravigliosa donna, Wasson riscoprì antiche tribù di funghi sopravvissute all'inchiesta e dimostrò la sua teoria secondo cui i funghi venivano usati nei rituali religiosi.

Sebbene Wasson abbia davvero scatenato la rivoluzione dei funghi magici, forse l'apogeo delle shoom nei tempi moderni è stato tra la fine degli anni '1960 e la metà degli anni '1970, quando gli hippy abbracciarono la psichedelica tra le altre sostanze allucinogene. Il fungo rosso succoso con macchie bianche dell'Amanita muscaria divenne un simbolo per la cultura hippie e la gente ebbe esperienze trascendentali, vide Dio, si vide, girò alla musica e contemplò muri che si scioglievano. Fino al 1972 venivano anche studiati i funghi per i loro effetti terapeutici, anche se ci sono molte prove aneddotiche che supportano anche le loro proprietà curative e continuano a scorrere.

Durante quel periodo e negli anni '90, i tour di Grateful Dead non erano solo il posto dove trovarsi per qualsiasi psiconauta esperto, alcune brevi domande potevano solitamente far cadere alcuni funghi, o macinati in cioccolatini o nella loro forma gloriosa. La musica di The Dead è realizzata e sperimentata per esperienze allucinogene. Le migliaia di corpi danzanti e le immagini sul palco sono sempre state qualcosa da vedere. Anche se Jerry Garcia è morto tristemente nel 1995, Dead and Company è ancora in tournée ed è sempre la stessa meravigliosa scena trippy. Per non parlare della pletora di altre jam band, delle cover band dei Grateful Dead e della musica trance che va proprio sulla stessa linea.

L'autore leggendario, attivista della canapa / cannabis e il nome del ceppo Jack Herer potrebbe aver adorato la sua dose occasionale di funghi, ma ha anche usato microdosaggio quotidiano con Amanita muscaria per aiutarlo a ritrovare la parola e la funzione motoria dopo un grave ictus. Prima di prendere la dose giornaliera di funghi, Jack ricordava solo poesie, parolacce e canzoni preferite. Dopo circa un anno dal microdosaggio, è stato in grado di parlare di nuovo a frasi complete e oltre. Ha continuato il rituale quotidiano fino alla sua scomparsa e non vi è dubbio che i funghi abbiano migliorato la sua qualità di vita. Le sue conversazioni fluirono ed era tornato al Jack esuberante, dalla lingua veloce, che era conosciuto e amato.

Jack non è stato il primo o l'ultimo a sperimentare il microdosaggio. In effetti, è diventato in qualche modo un fenomeno nella Silicone Valley, tranne per il fatto che usano l'LSD. I piccoli colpi di acido acuiscono le loro menti, aiutano con concentrazione e migliorano la creatività. È stato anche dimostrato che il microdosaggio con LSD aiuta a combattere il mal di testa a grappolo doloroso.

Ad oggi, conosciamo circa 210 tipi di funghi psichedelici, con una gamma di proprietà ed effetti, alcuni più piacevoli di altri. La famiglia di funghi psilocibinici ha gli effetti psichedelici più popolari. Di questi, cubensis e liberty caps sono i più coltivati, raccolti e distribuiti del gruppo. I funghi della famiglia Amanita sono molto diversi e dovrebbero essere usati con cautela, con esperienze che vanno da profondamente sciamaniche e catartiche a dosaggi più alti a estremamente focalizzate quando usate come microdose.

I funghi magici sono tra gli intossicanti più antichi e sono ancora molto popolari oggi. Il cubensis shroom è senza dubbio il più semplice dei funghi magici da coltivare. I kit di coltivazione sono venduti online e, sebbene in molti luoghi nel mondo sia illegale raccoglierli e mangiarli, possono ancora essere acquistati come kit e coltivati ​​come esperimento scientifico. Naturalmente, molti sperimenteranno il loro esperimento, ma non lo diremo.

Come sottolinea il famoso artista psichedelico Alex Gray, “Nel 2006, The Journal of Psychopharmacology ha pubblicato il rigoroso studio della Johns Hopkins University del Dr. Roland Griffiths, confermando che la psilocibina può offrire un'esperienza visionaria mistica al 65% delle persone con inclinazione spirituale in un set favorevole e ambientazione. ”Il lavoro di Alex Grey è pieno di immagini in cui ci si potrebbe perdere molto facilmente, specialmente quando si spara o inciampa in generale. Dall'anatomia umana interiore alla gloria delle vibrazioni dell'amore e fino al nostro universo magico, cattura lo spirito di noi umani trippy.

Un altro grande influenzatore psichedelico dei nostri tempi è Rick Doblin. Il fondatore di MAPS.org, lui e il suo team hanno spinto per prove psichedeliche in diversi modi e contesti terapeutici. Ha avuto una battaglia al rialzo, ma il suo lavoro ha pagato mille volte. Alcuni dei suoi ultimi lavori includono l'uso dell'MDMA psichedelico durante le sessioni con soldati che soffrono di PTSD. Le sessioni di terapia MDMA che sono state approvate hanno cambiato la vita dei suoi partecipanti e dei terapisti, che prendono una dose con il paziente in modo da poter connettersi più profondamente.

Questa è la vera cultura dei funghi, le connessioni che creano. Non solo come rete sotterranea che nutre la terra, ma come connettore spirituale, mentale e fisico. Queste connessioni possono variare dal guardare davvero negli occhi di qualcuno al guardare davvero in un'opera d'arte a sentire una connessione ad un albero, roccia o animale a connettersi alla rete invisibile che collega tutto e tutto. Questa rete, o griglia, a volte è persino vista dal sostanzioso imbevitore ed è un'esperienza comune con i funghi. Sono la cultura della connessione e dobbiamo solo attingere.

Un altro modo in cui i funghi sono terapeutici oltre a collegarne uno al loro ambiente, è che possono funzionare come una sorta di pulsante di ripristino. Non tutti i viaggi che una persona intraprende saranno piacevoli, ma a volte i funghi sono il modo in cui lavoriamo attraverso qualcosa che sta mangiando. Non deve nemmeno essere così drammatico. Forse una lunga settimana e troppo dal tuo capo devono essere lasciati andare per goderti il ​​tuo tempo libero. Anche una dose più piccola di funghi può prendere la tua mentalità e dargli un buon ripristino.

Purtroppo, i funghi psichedelici sono stati demonizzati e criminalizzati in tutto il mondo. Ci sono ancora punti dolci in cui il governo ha visto la luce o non può essere disturbato da essa, ma c'è una soppressione che viola le nostre libertà fondamentali. Come la pianta di cannabis, questo è qualcosa che cresce naturalmente, con o senza la nostra assistenza, e che ci collega a regni interni ed esterni ai quali altrimenti non avremmo mai accesso. Forse è di questo che i governi hanno tanta paura, ma in entrambi i casi, con le proprietà spirituali e curative dei funghi, dobbiamo continuare a sostenere iniziative che liberano i funghi magici del mondo da qualsiasi stigma inutile.

ORDINI

pagamento, spedizione, legale

MANUALI

come utilizzare

PSILOPEDIA

apri la tua mente